All-Mix e Light-Mix contengono perlite. Quali sono i benefici della perlite per le mie piante?

La perlite è un materiale uniforme con grande porosità sulla sua superficie. La sua funzione è quella di trattenere l’umidità nel substrato grazie alla sua porosità e di garantire che le radici abbiano un maggiore assorbimento dei nutrienti.

La perlite è sterile grazie al suo processo di produzione, dove la temperatura raggiunge gli 800ºC. È inorganica e protegge le radici da parassiti e malattie. È inerte, di conseguenza non reagisce con soluzioni fertilizzanti e non forma sali. È isolante, protegge le radici della pianta dagli sbalzi di temperatura, agendo come ritardante nel riscaldamento delle radici. Inoltre, è leggera e previene la compattazione del substrato.

Quante volte e come posso riutilizzare All·Mix?

Il riutilizzo dei substrati Biobizz dipende dalle caratteristiche del substrato una volta terminato il suo utilizzo principale. Se il substrato è molto secco o molto umido, potrebbe aver perso le sue caratteristiche di omogeneità e consistenza. Ma se il substrato mantiene buone caratteristiche fisiche, può essere riciclato almeno una volta.

Se al substrato viene aggiunta un po’ di sostanza organica e la seconda volta che viene utilizzato mantiene le sue caratteristiche, allora può essere utilizzato ancora una volta, ma c’è la possibilità che il substrato venga esaurito a seconda delle necessità della pianta.

Come fare? Aggiungere il 10% di Worm·Humus al substrato e un nuovo strato di 5·10 cm di All·Mix fresco. C’è anche la possibilità di mescolarla con 5·10 cm di Light·Mix e 5% di Pre·Mix.

Quante volte e come posso riutilizzare Light·Mix?

Il riutilizzo dei substrati Biobizz dipende dalle caratteristiche del substrato una volta terminato il suo utilizzo principale. Se il substrato è molto secco o molto umido, potrebbe aver perso le sue caratteristiche di omogeneità e consistenza. Ma se il substrato mantiene buone caratteristiche fisiche, può essere riciclato almeno una volta.

Se al substrato viene aggiunta un po’ di sostanza organica e la seconda volta che viene utilizzato mantiene le sue caratteristiche, allora può essere utilizzato ancora una volta, ma c’è la possibilità che il substrato venga esaurito a seconda delle necessità della pianta.

Come fare? Aggiungendo uno strato di Light-Mix fresco (5-10 cm) più una piccola quantità di Worm-Humus per nutrirlo nuovamente con microrganismi attivi.

Quante volte e come posso riutilizzare Coco·Mix?

Coco·Mix è un substrato inerte. Questo tipo di substrati forniscono uno spazio umido che favorisce lo sviluppo delle radici e la loro corretta aerazione. Coco·Mix può essere riutilizzato, ma il modo in cui farlo dipende dal risultato finale che si vuole ottenere.

Se si vuole riciclare la fibra di cocco, è necessario compostarla per 5-15 giorni per far sparire le radici e trattarla con enzimi. In questo modo il materiale organico rimanente sarà convertito un poco alla volta in sostanze nutrienti che possono essere assimilate dalla pianta.

Se si vuole più rapidamente un substrato efficace, è possibile setacciare la fibra di cocco, lavarla bene e arricchirla con Worm·Humus per favorire la nascita di vita microbica.

Come posso usare il Pre·Mix per migliorare il mio substrato?

Pre·Mix può essere usato per dare un po’ più forza e sostanza organica ai substrati di tipo Light. É sufficiente solo il 5% di Pre·Mix per avere un buon complemento in modo che questo nuovo substrato abbia della sostanza organica e livelli rinforzati di NPK.

Come posso usare il Worm Humus per migliorare il mio substrato?

Aggiungere Worm·Humus significa aggiungere vita. Indipendentemente dal substrato, l’aggiunta del 10-15% di Worm·Humus aiuta a creare un substrato più vivido o rivitalizzare un substrato che è già stato utilizzato in modo che le piante hanno un substrato più attivo e pronto a nutrire le radici.

Come posso combinare Coco·Mix con All·Mix e Light·Mix?

Non esiste una combinazione definitiva per la miscelazione del coco·mix con il substrato. La proporzione di ciascuna di esse dipenderà dalle esigenze delle coltura in oggetto e dalle caratteristiche fisico·chimiche che si vogliono ottenere nel substrato. È importante sapere che quanto più Coco·Mix viene aggiunto alla miscela, tanto più umido sarà il substrato, e maggiori sono le possibilità di problemi e malattie fungine se non si controllano bene la temperatura e l’irrigazione.

Per creare un substrato Light, è possibile miscelare 55% di Light·Mix e 45% di Coco·Mix. Questo sarà un substrato umido con elevata capacità di ritenzione idrica. Per avere un substrato più bilanciato si consiglia di mettere il 70% di All·Mix o Light·Mix e il 30% di Coco·Mix. Ogni professionista ha la propria tecnica e il mix può essere molto vario a seconda delle esigenze e delle intenzioni del coltivatore.

Domande?

Mettiti in contatto con noi. Parliamo!